Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cittadinanza attiva’

Alla Luce del Sole incontra

GIUSEPPE CIVATI
consigliere regionale della Lombardia

Una bella occasione per ascoltare e confrontarsi con chi cerca di cambiare la politica dall’interno del Partito Democratico attraverso gli strumenti della partecipazione e dell’inclusione.

MERCOLEDÌ 11 APRILE
alle ore 21.00

Al circolo “Arci Chinaski”
Via Fratelli Bandiera, 8
Sermide (MN)

Tutta la cittadinanza è invitata!

Read Full Post »

Ecco la lista che il gruppo politico “ALLA LUCE DEL SOLE” presenta per le elezioni Amministrative del 6-7 maggio 2012.

Candidato Sindaco:
Paolo Calzolari 

(In alto, da sinistra) Mirco Bortesi, Andrea Sogari, Paolo Calzolari [candidato sindaco], Erika Campana, Giulia Calzolari, Paolo Pinotti,
(in basso, da sinistra) Daniele Ghiselli, Marco Travaini, Andrea Bianchini, Michele Negrini, Davide Chieregatti.

Clicca qui per scaricare il nostro programma

Read Full Post »

Il gruppo Alla luce del Sole ha fatto propria l’indicazione scaturita dagli incontri pubblici (vedi post precedente) e ha organizzato per sabato 24 marzo, alle ore 15, presso il Centro Auser locale, un nuovo appuntamento con i cittadini, dal titolo

BENE COMUNE: FUTURO
un pomeriggio a porte aperte per parlare insieme
di occupazione e lavoro
 a Sermide

 È convinzione del gruppo che sia importante costruire le basi del futuro già da oggi, pensando per Sermide uno sviluppo sostenibile che valorizzi le risorse, anche umane, del territorio. L’intenzione è quella di evitare formule magiche o promesse, impegnandoci con volontà e senso della realtà a capire quali strade percorrere, partendo dall’esistente.

Invitiamo tutti a partecipare all’incontro: un’occasione per parlare, ascoltare, capire, scoprire, confrontarci e crescere insieme.

Il pomeriggio inizierà con una presentazione della situazione occupazionale nel territorio sermidese, a cura del gruppo, cui faranno seguito brevi comunicazioni:

  • Francesca Nadalini sui temi dell’agricoltura;

  • Erika Campana sui temi dei servizi sociali;

  • Marco Boschetti sui temi della promozione e della valorizzazione del territorio;

  • Gilberto Zinzani sui temi delle politiche interterritoriali.

Dopo un momento conviviale, si apriranno, in un clima di accoglienza ed informalità, degli spazi di discussione. Attraverso il dialogo e la partecipazione si comincerà ad approfondire la questione dell’occupazione a Sermide sulla base di diversi punti di vista: il contributo di tutti è fondamentale.
A chiusura del pomeriggio, una sintetica conclusione con spunti, riflessioni ed idee raccolte: ogni esperienza condivisa può essere utile per cercare di invertire la tendenza in atto, che vede i sermidesi allontanarsi dal loro paese per cercare altrove opportunità di lavoro.

Appuntamento a sabato 24 marzo!

Read Full Post »

Amministrare

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento con le parole-chiave di Sapere di potere. La definizione che pubblichiamo oggi è molto importante: proprio per questo vorrebbe essere omnicomprensiva di tutto quanto abbiamo detto fino ad ora. Speriamo che questi spunti siano stati interessanti, e possano risultare utili al fine di uno scambio sereno e fruttuoso!

Amministrare è costruire e gestire con responsabilità e insieme ai cittadini, il bene comune, che abbraccia valori quali l’ambiente, la cultura, la qualità della vita, lo sviluppo sostenibile di un territorio, il lavoro…

Amministrare significa dunque prendersi cura:

– sia della comunità, interpretando i suoi bisogni, rispettando la sua identità collettiva, ricercando itinerari di crescita e di formazione;

– sia del territorio, da salvaguardare e da valorizzare in una prospettiva che sia di ampio respiro inter-territoriale.

Un’amministrazione procede sulla strada della costruzione e della cura del bene comune se predispone un processo continuo di inclusione dei cittadini nelle scelte e nelle decisioni. E’ un percorso che deve stimolare la cittadinanza ad essere attiva, creando costantemente occasioni di partecipazione, che consentano ai cittadini di mettere in rete saperi e competenze, idee e risorse umane, per fare ciascuno la propria parte. E’ in questo scambio che una comunità si fa educante ed un’amministrazione si apre al cambiamento.

Read Full Post »

“Alla luce del sole” basa il proprio progetto sulla condivisione di valori e idee che possano orientare l’agire politico e amministrativo.
Cominciamo con questo post ad elencare alcune parole chiave che vorremmo fossero a fondamento di una riflessione comune.
Le osservazioni di chi ci legge saranno un contributo prezioso alla costruzione del nostro percorso.

Partiamo col mettere a fuoco i significati che diamo ai termini:
– Partecipazione
– Cittadinanza attiva
– Bene comune

Partecipazione
È la scelta di esercitare in prima persona una cittadinanza attiva, senza rinunce o deleghe. E’ il contrario dell’indifferenza. Carlo Galli la definisce come “un agire personale e responsabile, che consiste nella volontà di determinare insieme ad altri l’indirizzo della vita associata”: il modo più incisivo di essere parte di una collettività.
Chi amministra deve porsi come obiettivo quello di costruire le basi della partecipazione. Noi vorremmo avviare un processo inclusivo, che coinvolga il maggior numero di attori e che, iniziando dall’ascolto, possa ampliare il ventaglio delle possibili scelte, progetti e decisioni.

Cittadinanza attiva
Chi partecipa è cittadino attivo: si occupa della propria comunità, mette a disposizione tempo, risorse umane e competenze, contribuisce a prendere le decisioni che riguardano tutti, diventa un consapevole tutore del bene comune.
Una cittadinanza attiva è la migliore garanzia di un’amministrazione trasparente perché apre occhi e orecchie. È la presa di coscienza di avere diritto di parola: è sapere di potere, qualunque sia la condizione di partenza.

Bene comune
È un bene inalienabile, di cui il singolo individuo gode in quanto parte di una comunità. È un bene di tutti e di cui tutti siamo responsabili, perché soddisfa bisogni che i singoli non possono soddisfare senza unirsi tra loro. Non può quindi essere sottoposto alle sole leggi del profitto.
Cos’è, dunque, un bene comune? È una categoria tutta da costruire con i cittadini. Noiriteniamo che beni comuni siano l’ambiente, la cultura, la qualità della vita, lo sviluppo sostenibile…

Dove non c’è partecipazione non v’è nemmeno realtà. Dove v’è egoismo non v’è realtà. È la partecipazione alla realtà che rende l’uomo reale.

(Martin Buber)

Read Full Post »